In libreria il volume “Matrimonio Canonico e Culture” – Atti del XLVI Congresso ASCAI (Arezzo, 8-11 settembre 2014)

582

L’ Associazione Canonistica Italiana ha tenuto il suo XLVI Congresso nazionale ad Arezzo, dall’8 all’11 settembre 2014, affrontando il tema “Matrimonio canonico e culture”. Il volume raccoglie gli atti di questo Congresso che si è proposto di verificare l’effettiva ricezione del modello canonico di matrimonio e della relativa legislazione nei paesi di cultura e di mentalità diverse da quelle dell’aerea europeo-occidentale. Sono state così selezionate alcune aeree culturali, nell’ambito delle quali i singoli Relatori hanno illustrato le tematiche e le esperienze di maggior interesse: l’Africa (Silvia Recchi), l’Asia con particolare attenzione alla Cina (Luigi Sabbarese), l’America latina (Héctor Franceschi), i Paesi di Cristianità orientale (Péter Szabó) ed un particolare contesto sociale come quello degli “zingari” (Angela Patrizia Tavani). A questa indagine, che ci ha consentito di venire a contatto con realtà culturali ed ambiti comunitari diversi e lontani dal nostro comune modo di sentire, è stata affiancata una ricerca sull’influsso che i vari contesti ambientali già esercitano sull’operato dei Tribunali ecclesiastici: dal Tribunale Apostolico della Rota Romana (Antonio Iaccarino) ai Tribunali locali (Grzegorz Erlebach), con particolare riferimento a quelli italiani (Mario Ferrante). Specifica attenzione è stata riservata anche alla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli ed alle ampie Facoltà speciali di cui dispone (Carlo Fabris). Non poteva infine mancare una riflessione sul modo di concepire e di vivere il matrimonio canonico nelle nostre società occidentali, fortemente caratterizzate dal fenomeno della secolarizzazione Antonio(Piero Bonnet) e dal sempre più invasivo dominio del progresso tecnico, con gli sviluppi che tale istituto potrà avere in futuro (Andrea Zanotti). Completa il volume una prolusione introduttiva di carattere generale, affidata al Card. Velasio De Paolis che traccia le coordinate di fondo nel cui ambito situare le singole relazioni. Si tratta di un volume che potrà certamente fornire un utile contributo a quella più ampia riflessione sulle tematiche della famiglia che il Pontefice ha voluto affidare alle due riunioni del Sinodo dei Vescovi, quella tenutasi nello scorso anno e quella prevista per l’ottobre del 2015.